Strategia SEO

Strategia SEO: scegliere le keyword più adatte al tuo target

Nell’ultimo articolo ti ho parlato di quanto sia importante scrivere usando la testa del tuo target, ma anche la scelta delle keyword per le quali posizionarti è fondamentale e anch’essa dipende molto dal target a cui il contenuto è rivolto, ne abbiamo già parlato anche in questo articolo su come impostare un piano editoriale.

La scelta delle keyword, da fare a monte, è la parte più importante, nonché la più difficile, della strategia SEO. Impostare una strategia su delle KW sbagliate può infatti rivelarsi fatale.

Tralasciando gli aspetti più tecnici, è importante pensare, prima di scegliere le KW per la vostra strategia SEO, cosa probabilmente andrà a digitare nel box di Google il segmento specifico a cui è rivolto il contenuto.

Questa ricerca deve essere fatta, secondo me, prima di tutto in modo empirico, semplicemente facendo delle interviste a un piccolo campione, oppure attraverso i social e, successivamente, usando gli strumenti che google stesso ci mette a disposizione.

Questo perché, se non comprendi esattamente quali KW digita il tuo target, rischi di attirare sul tuo sito persone poco interessate all’argomento che stai trattando, con la conseguenza che avrai molte visite, ma pochissime conversioni.

Questo naturalmente è un aspetto molto spinoso, se ti rivolgi a un target specifico o a una nicchia dovrai lavorare molto con la coda lunga, utilizzando KW di 3, 4 o anche 5 parole, inserendo contenuti molto specifici e impostando una strategia di lungo termine per il posizionamento SEO nelle SERP che davvero ti interessano. Insomma, si tratta di un “lavoro di fino” che deve guardare più al tasso di conversione che alle visite.

Questo aspetto, infatti, viene spesso poco considerato, ma è la chiave del successo di una strategia di content marketing: il numero di visite, soprattutto quando si deve inviare il report al cliente, è sempre un aspetto importante, ma il dato davvero importante è il tasso di conversione.

Molte visite da persone poco interessate al prodotto/servizio che si sta cercando di promuovere diventano inutili e servono solo a farci belli con il cliente che però, a lungo andare, non vedrà arrivare alcun risultato e deciderà quindi di abbandonare il progetto.

Posizionarsi per keyword di coda lunga molto targettizzate, al contrario, garantirà un numero di visite più basso, ma un tasso di conversione più alto.

 

I vantaggi di una strategia SEO con KW di coda lunga targettizzate

Che il tuo obiettivo sia quindi l’iscrizione ad una newsletter, il download di un e-book, o l’invio di una richiesta di informazioni/preventivo, targettizzare con le KW di coda lunga ti porterà dei vantaggi considerevoli:

  • La spesa di tempo/denaro per la promozione del sito/blog sarà minore;
  • Se il tuo sito/blog si rivolge ad una nicchia specifica dovrai perdere meno tempo a filtrare richieste “inutili”;
  • Nella percezione del tuo utente (e di Google) potrai qualificarti come più autorevole;
  • Il tuo database profilato acquisterà un valore molto più alto.

Fare SEO, quindi, soprattutto quando si sta mettendo in atto una strategia basata sul contenuto, non significa semplicemente “posizionarsi in più SERP per attirare traffico sul sito”, ma elaborare una strategia a monte che consenta di ottenere i migliori risultati con il minor impiego ti tempo e risorse.

Il segreto, quindi, è pianificare nei minimi dettagli, fissare degli obiettivi e impostare una strategia per un periodo di almeno un anno, al termine del quale si potranno valutare i risultati.

Nicola Bano

Nato a Venezia nel 1983. Laureato in Comunicazione all’Università di Padova. Da sempre appassionato di web, scrittura e comunicazione in tutte le sue forme. Esperienza come giornalista, blogger, Web-Copy. Specializzato nella creazione di strategie di comunicazione on- line, anche in ambito B2B: Content Marketing, Social Media, SEO, e-mail marketing e Web Copy.

Lascia un commento